Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

16. Palomma ’e notte.

Passo a prenderla e nel tratto di strada da casa sua alla destinazione ci diciamo poco o nulla. Il suo saluto ha incassato un mugugno per risposta e ora agisce con circospezione. Ho prenotato un ristorante sulla collina di Posillipo. – Che posto romantico, c’è una vista meravigliosa – mi dice perdonando, molto femminilmente, ilContinua a leggere “16. Palomma ’e notte.”

Pubblicità

15. La statua

Estate: sole, mare e… imbianchini per casa. Qualche goccia mi ha segnato anche se non so come sia potuto succedere.Me ne accorgo in spiaggia, mentre sono steso al sole, e tocca scorticarmi per levarle. Una ne tolgo e un’altra ne appare, eppure mi sono guardato bene dall’avvicinarmi a secchi e pennelli. L’armadio della camera deiContinua a leggere “15. La statua”

14. Cuore di vetro.

In questa giornata di marzo, c’è un’aria fresca dai riflessi lucenti che accompagnano gli occhi lontano, fino dove arriva la curva dello spazio. Sono seduto ad un tavolo aspettando di parlare con un cliente che mi ha convocato lì, in questo posto sull’orlo del mare.Nel dubbio, leggero, su quali problemi possono esserci accanto a tantaContinua a leggere “14. Cuore di vetro.”